italiano | English

Soggetti produttori - Enti

Ufficiali al cattaver

Complessi archivistici prodotti:
Ufficiali al cattaver (sec. XIV - 1797)

Istituiti dal Maggior consiglio il 26 giu. 1280 con compiti di indagine a consultivi rispetto all'entrata e alla spesa pubblica, furono dal medesimo resi stabili il 22 giu. 1281 e fecero parte di tutti i consigli in cui si trattavano materie economiche e quindi anche del Senato. (DM I, p. 101) «Ebbero funzioni di controllo finanziario, repressione del contrabbando da Venezia al Quarnaro, appalto di dazi e risoluzione delle controversie inerenti, tutela dei diritti del fisco in senso lato; partecipavano al controllo sulla navigazione mercantile, con giurisdizione sommaria nelle cause di pellegrini in Terra Santa. Il 15 mar. 1292 (Maggior consiglio) l'ufficio venne fuso con quello del contrabbando. I cattaveri (da cattaver, accattare, ricercare gli averi del fisco) furono talora chiamati avogadori de intus per le interferenze con gli avogadori di comun. Modificate le competenze per il sorgere di altri uffici, conservarono la rivendica al fisco delle eredità vacanti e dei tesori trovati per terra e per mare; l'inquisizione sull'usura degli ebrei e la sorveglianza sul loro comportamento a Venezia; la vigilanza sugli " armiragli " dei porti di Lido e di Malamocco e sui pedoti (peoti, piloti) d'Istria e loro scuola (confraternita, costituita nel 1449), esercitata insieme ai Savi agli ordini. Avevano giurisdizione civile di appello per la città e Dogado entro limiti fissi, e di prima istanza anche come giudici delegati». (GG IV, p. 937)