italiano | English

Soggetti produttori - Enti

Revisori e regolatori alla scrittura

Complessi archivistici prodotti:
Revisori e regolatori alla scrittura (1587 - 1797)

«Revisori sopra la scrittura furono istituiti con parte del senato 24 gen. 1575, confermata il 30 in maggior consiglio, per rivedere e sistemare la disordinata situazione contabile dopo la guerra di Cipro. Avevano competenza sugli uffici veneziani, tosto estesa alla zecca e al consiglio di dieci e agli organi da essi dipendenti [...] e ai pubblici rappresentanti da mar che avessero avuto maneggio di denaro durante la guerra [...]; nel 1578 anche alle camere di Terraferma [...]. Il 30 ott. 1581 furono istituiti dal senato revisori sopra la scrittura da mar, competenti sui reggimenti, le camere e le cariche da mar, e nel 1587 [...] revisori sopra la scrittura da terra, con analoga competenza rispetto alla Terraferma. I due magistrati furono unificati nel 1593 [...] in "una sola man de regolatori", il cui titolo si stabilizzò poi in quello di revisori e regolatori alla scrittura, massimo organo di controllo contabile sulla città e su tutto lo Stato [...]» (Guida generale, IV, p. 948) «I Revisori e Regolatori alla Scrittura sorsero, come magistratura straordinaria, nel 1574, con l'incarico di rivedere i conti di tutti i magistrati cittadini, che avessero maneggio di denaro. L'anno successivo il numero dei membri fu portato da due a tre e la loro competenza estesa a tutti gli uffici del dominio veneto, sia civili che militari, ed alle rappresentanze diplomatiche [...]» (Da Mosto, I, p. 145)

Bibliografia: Guida generale, IV, p. 948; Da Mosto, I, p. 145