italiano | English

Soggetti produttori - Enti

Revisori e regolatori delle entrate pubbliche in zecca

Complessi archivistici prodotti:
Revisori e regolatori delle entrate pubbliche in zecca (1588 - 1797)

«Revisori delle entrate pubbliche furono istituiti come organo straordinario con parte del senato 15 giu. 1584 [...] per "riveder et riformar", unitamente ai provveditori in zecca, la regolazione generale delle pubbliche casse approvata dal consiglio di dieci nel 1579, al fine di migliorare il gettito delle entrate e meglio distribuire gli accreditamenti ai magistrati e uffici veneziani e alle camere fiscali dello Stato [...]. I revisori e regolatori divennero magistrato stabile nel 1603 [...]. Nel 1607 [...] ne furono definite le competenze [...]» (Guida generale, IV, p. 949) «I Revisori e Regolatori delle entrate pubbliche in Zecca sorsero, come magistratura straordinaria, nel 1584, allo scopo di meglio regolare le entrate pubbliche devolute alla Zecca. Erano tre. Il nuovo officio si trasformò in ordinario e perpetuo, nel 1592, ed ebbe come sua principale incombenza quella di curare e regolare l'esazione dei dazi, importantissima fonte del pubblico erario. La loro competenza si estese alla esazione di tutte le entrate da parte di terra, mentre di quelle da parte di mare erano incaricati i Regolatori alla Scrittura [...]» (Da Mosto I, p. 132)

Bibliografia: Guida generale, IV, p. 949; Da Mosto I, p. 132