italiano | English

Soggetti produttori - Enti

Quarantia civil nuova

Complessi archivistici prodotti:
Quarantia civil nuova (1563 - 1797)

«Detta talora nuovissima, fu istituita nel 1492 [...] con la lex pisana de appellationibus, proposta da Luca Pisani consiglier per riordinare il sistema degli appelli [...]. Sorta per alleggerire il carico della precedente quarantia civil, giudicava in appello le sentenze civili della Terraferma e dello Stato da mar, e in prima istanza quelle ad essa delegate nelle cause de foris o che le fossero deferite dagli avogadori [...]» (Guida generale, IV, p. 997). «Il Consiglio dei 40, che da taluni si vuol far risalire al 1179, probabilmente fu creato soltanto nei primi anni del secolo XIII con procedura analoga a quella del Maggior Consiglio e con attribuzioni molto diverse da quelle posteriormente assunte. Era sede di appello delle sentenze emesse dai magistrati di Venezia e, più tardi, anche delle terre soggette; giudicava i casi gravi criminali. [...] Fin dal principio del secolo XIV, deliberava in unione al Consiglio dei Rogati [...]. Tuttavia, fino al principio del secolo XV, i Quaranta ebbero un'attività legislativa propria, la quale venne scomparendo quando fu asssorbita dai Rogati, per la riunione dei due corpi. Il Consiglio dei XL conservò invece distinto il potere giudiziario, sì civile che criminale, che divenne preponderante nelle sue funzioni specifiche. Anche questo, nel principio del secolo XV, fu bipartito: gli antichi Quaranta conservarono la giurisdizione criminale; per gli affari civili si instituì un nuovo consesso di 40 membri, detto Quarantia Civile, la quale successivamente fu divisa in Civil Vecchia e Civil Nuova [...]. I tre Capi della Quarantia Criminale facevano parte della Serenissima Signoria [.]» (Da Mosto, I, p. 63).