italiano | English

Fondi

IT ASVe 1030
(Fondo)

Bailo a Costantinopoli, 1540 - 1797

Altre denominazioni:
Archivi dei rappresentanti diplomatici e consolari della Repubblica veneta. Costantinopoli: Bailo.


[metri lin.: 48,95]

soggetto produttore: Bailo a Costantinopoli



«E' l'archivio del bailo a Costantinopoli dopo la conquista turca, che rivestiva insieme funzioni diplomatiche e consolari quali capo della colonia veneziana. Cessata la repubblica, il possesso delle carte fu oggetto di discussione tra Austria e Francia» (Guida generale, IV, p. 1011).

Bibliografia: Guida generale, IV, pp. 1011-1012; Da Mosto, II, p. 26
G. Migliardi O' Riordan, "L'archivio del bailo a Costantinopoli conservato presso l'Archivio di Stato di Venezia", in "Venezia e Istanbul. Incontri, confronti e scambi", a cura di Ennio Concina con la collaborazione di Elisabetta Molteni e Anna David, [catalogo della mostra "I turchi in Europa. Civiltà a confronto", Udine, Forum, 2006, pp. 67-68;
G. Migliardi O' Riordan, La documentazione consolare e le funzioni del Bailo a Costantinopoli, in Fonti diplomatiche in età moderna e contemporanea, Roma pp. 602-605;
G. Migliardi O' Riordan, Présentation des archives du baile à Constantinople, in «Turcica», 33/2001, pp. 339-367.

Redazione e revisione:
Andrea Pelizza, 1998, prima redazione, scheda compilata nell'ambito del progetto Anagrafe 1997-1999;
Francesca Sardi, 2001, integrazione nell'ambito del progetto Anagrafe con approfondimento delle informazioni;
Monica Del Rio, 2007, integrazione dei dati non previsti nel precedente tracciato e revisione in vista della pubblicazione sul web della scheda

Strumenti di ricerca:

Guida generale, IV, p. 1011
Da Mosto, II, p. 28

480
   Indice della serie «Diversorum» del «Bailo a Costantinopoli»
Indice a stampa 2001
a cura di Giustiniana Migliardi O'Riordan

Fa parte del saggio «Présentation des archives du baile à Constantinople» (pp. 344-367), in «Turcica», 33/2001, pp. 339-367.

546
   Inventario dell'archivio del bailo a Costantinopoli
Inventario dattiloscritto
a cura di Giustiniana Migliardi O'Riordan

Lavoro di ordinamento curato da Giustiniana Migliardi Colasanti, già direttore dell'Archivio di Stato di Venezia e poi soprintendente archivistico per il Veneto