italiano | English

Fondi

IT ASVe 0280
(Fondo)

Archivio proprio di Amedeo Svajer, sec. XVI - sec. XVIII
[metri lin.: 2,26]

soggetto produttore: Amedeo Svajer



"Il negoziante tedesco Amedeo Svajer, residente a Venezia, mise insieme una notevole biblioteca, ricca tra l'altro di manoscritti d'interesse storico-politico, copie di capitolari di magistrati e raccolte sistematiche di leggi. Alla sua morte (1791) l'abate Giovanni Morelli [...] identificò 973 manoscritti di "cose politiche veneziane", ivi compresi documenti originali [...]. Gli inquisitori [...] ne scelsero 252 che furono acquistati e trasferiti "nell'archivio segreto del tribunale" in attesa di eventuale altra destinazione." (GG I. 1, p. 915)

Redazione e revisione:
Andrea Pelizza, 1998, prima redazione, scheda compilata nell'ambito del progetto Anagrafe, 1997-1999;
Evelina Piera Zanon, integrazione nell'ambito del progetto Anagrafe con approfondimento delle informazioni;
Annamaria Pozzan, 2007, integrazione dei dati non previsti nel precedente tracciato e revisione in vista della pubblicazione sul web della scheda
Claudia Salmini, 2007, correzione

Strumenti di ricerca:

Guida generale, IV, p. 915

240 (ex 73 II)
   «Miscellanea codici, già a Brera, quindi a Vienna, restituiti nel 1869»
Inventario manoscritto sec. XIX
a cura di Tommaso Gar

Per formulare le richieste, si vedano le segnature indicate nella colonna a destra

513
   «Collezione Amedeo Svajer»
Inventario dattiloscritto 2006
a cura di Michela Dal Borgo