Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
06/11/2020
Un pezzo di storia di Venezia è tornato a casa
Grazie a un intervento del Arma dei Carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio culturale di...
04/11/2020
DPCM 3 novembre 2020
Sospensione dei servizi al pubblico
26/10/2020
Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica
Pubblicato il calendario del II anno 2020-2021
20/10/2020
Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica
Elenco degli ammessi al 2° anno del biennio 2019-2021
19/10/2020
Rinviata la messa di esequie per ricordare Maria Francesca Tiepolo
Con vivo rammarico l'attuale situazione sanitaria suggerisce di differire ad altra data la Messa di...

  

    

25/05/2020

L'Archivio di Stato di Venezia riapre al pubblico

Dal 28 maggio sarà possibile accedere alla Sala studio e agli uffici in maniera contingentata e su appuntamento.

L’allentamento delle misure di contenimento sociale decise con le disposizioni del DPCM 17 maggio 2020, ci permette di affrontare questo periodo di transizione aprendo le porte per accogliere i nostri studiosi.

Siamo certi che ora più che mai serva un patto morale tra l’Istituto e i propri frequentatori, basato sulla tutela della salute come bene primario, sul rispetto dei ruoli, sul distanziamento sociale e, soprattutto, sul buon senso. Dopo una attenta considerazione delle modalità organizzative più sicure per i nostri utenti e per il personale, che in Archivio non ha mai smesso di lavorare, è stata approvata una procedura di emergenza, disponibile sul sito web istituzionale alla Aprire il link interno in una nuova finestrapagina dedicata.

L’accesso contingentato, le nuove procedure di prenotazione e di movimentazione del materiale archivistico, nonché la rimodulazione dei servizi di consultazione e di fotoriproduzione garantiranno agli utenti di poter lavorare e studiare in sicurezza, rendendo nuovamente disponibile a tutti il patrimonio dell’Archivio di Stato di Venezia.