Storia delle istituzioni​ - La Serenissima: il governo del territorio

docente: Giovanni Caniato

 

La complessità di competenze delle centinaia di uffici, magistrature e collegi che, nell’àmbito della millenaria struttura statuale veneziana, integravano i consilia, impone giocoforza una drastica selezione esemplificativa. Nei quattro incontri programmati si illustreranno da un lato le opportunità offerte dai più aggiornati ‘strumenti di corredo’ per facilitare un primo approccio conoscitivo, e, per alcune magistrature quali il Provveditore soprintendente alla camera dei confini, i Savi ed esecutori alle acque, i Giudici del piovego e, soprattutto, i Dieci savi sopra le decime in Rialto, le opportunità offerte anche dai progetti di riproduzioni in rete, rivolgendo in primis l’attenzione alla banca-dati delle oltre 5000 “condizion di decima” del 1514: le 'autodichiarazioni' dei beni immobili e delle rendite ovunque posseduti dai residenti in Venezia, presentate all'ufficio dei Dieci savi dopo la completa distruzione dell'archivio nell’incendio di Rialto del 10 gennaio di quell’anno.
Si valuteranno le competenze e le attività degli organi veneziani preposti al governo del territorio, inteso nell'ambito urbano o in tema di acque, di assetto lagunare e di sistema fluviale, ma anche nella gestione del patrimonio boschivo e delle sue finalità. Particolare attenzione verrà riservata alle fonti cartografiche conservatesi e alle figure dei tecnici che operarono al servizio delle varie magistrature.

 

 

 

Cerca